Posts in category

gogogame


Yoku’s Island Express è un gioco di cui ti innamori a prima vista. In parte è merito del suo colpo d’occhio raggiante e colorato, di quello stile scanzonato che ricorda i cieli blu di Sega (e il suo porcospino) e i platform meravigliosi della scuola di Rare, incarnata ai giorni nostri da titoli come Snake …

Killing Floor e relativo seguito sono due titoli che hanno riscosso un buon successo su Steam (tanto da portare, lo scorso anno, ad una conversione per PS4 del secondo episodio), rimanendo però relegati ad una fascia di popolarità abbastanza limitata, sicuramente lontana da quella dei grandi FPS per PC e console degli ultimi anni.Con Incursion, …

Gli occhi di Kara sono così belli: vitrei ma espressivi, glaciali ma luminosi. Li abbiamo visti per la prima volta ormai cinque anni fa, in quella tech demo in cui ha preso forma dinanzi a noi, messa insieme, pezzo dopo pezzo, in una catena di montaggio per androidi. È lì che tutto ha avuto inizio, …

«Roguelikes.Roguelikes everywhere.»(Buzz Lightyear, rivolgendosi a Woody) E va bene: quella qui in alto è una falsa citazione, liberamente ispirata al celebre meme di Toy Story che sta facendo furore sui social network da qualche tempo a questa parte. Eppure vi sfidiamo ad affermare che l’industria videoludica contemporanea, soprattutto lato indie, non abbia fatto larghissimo uso …

Nel corso degli anni sono stati molti i tentativi fatti per portare le avventure visuali nei lidi nostrani, spesso con scarsissimo successo. Certo, il termine “visual novel” ha per noi un valore un tantino generico, ma risulta utile per ricondurre a unità una ricca congerie di sottogeneri, tutti molto particolari: dating sim, eroge, otome, utsuge …

È una strana creatura videoludica, Rain World. Spuntato tra le pagine di Kickstarter nel 2014, il progetto della coppia di Boston Joar Jakobsson e James Primate – altrimenti nota come Videocult – seppe accaparrarsi una discreta attenzione da parte dei primi utenti curiosi, cresciuti poi fino a raggiungere il valore di circa tremila sostenitori al …

Il genere degli sparatutto spaziali a scorrimento è di certo uno dei più spremuti tra quelli che caratterizzano il videogioco fin dalla sua forma primordiale. Un genere, peraltro, che è giunto ai giorni nostri in un modo tutto personale; non più sulla cresta dell’onda per ovvie ragioni di evoluzione linguistica del mezzo, esso non disdegna …

Il progetto The Martian è stato un successo da tutti i punti di vista. Il romanzo, uscito in lingua inglese nel 2011 e poi giunto anche nelle librerie italiane nel corso del 2014, ha scalato le classifiche di vendita un passo alla volta, mese dopo mese, affermandosi come un racconto di fantascienza adatto a tutti, …

La nostalgia viene spesso vista con accezione negativa: un dispendioso rimuginare su di un passato ormai scivolato via tra le fila del tempo, uno stato emotivo che distrae dal presente e vi sottrae valore, il più delle volte sminuendolo e facendolo apparire un po’ più brutto e vuoto di quanto non sia realmente. Eppure la …

È una bella parentesi dello sviluppo indie nostrano, quella di GRIDD: Retroenhanced. Sorta di reboot di GRIDD, piccola serie shooter nata su dispositivi mobile, il titolo è di fatto il primo progetto del gruppo milanese Antab Studio, tre ragazzi – Andrea Tabacco, ovvero colui che ha ideato GRIDD, e in più Lara Gianotti e Andrea …